An Education Blog

word direction logo

Variazioni in mycobiota aerea dei siti archeologici di taxila, Pakistan- (Italian)

Muhammad Farooq, Mukhtiar Hassan, Farzana Gul, Sohail, Inayat Ur Rahman, Muhammad Afzal, Noor Saeed Khattak, Faisal Nouroz and Zafar Iqbal

Department of Biochemistry, Hazara University, Mansehra, Pakistan

Department of Botany, Hazara University, Mansehra, Pakistan

Department of Bioinformatics Hazara University, Mansehra, Pakistan

Key words: Mycobiota, Biodeterioration, Archaeological sites, Aspergillus, Alternaria.

Riepilogo
IMGP3727Il trasporto di aria a carico di spore fungine sulla superficie dei monumenti archeologici è molto significativo passo nel processo di biodeterioramento. Lo studio presente è stato progettato per isolare l’antenna mycobiota da sei siti del patrimonio mondiale di Taxila. Le spore fungine sono rimasti intrappolate dal metodo gravitazionale piastra di petri e malto tre terreni di coltura agar, patata destrosio agar e czapek dox agar sono stati utilizzati. Un totale di 30 specie fungine appartenenti a 19 generi differenti sono state registrate attraverso l’anno. L’analisi quantitativa dei dati ha rivelato che Alternaria alternata con 9,79% delle colonie totale era la specie dominante nell’aria dei siti selezionati seguite da Aspergillus niger (9,10%), Cladosporium herbarum (8,02%), Penicillium chrysogenum (7.53%), Fusarium oxysporum (6.94%), Aspergillus flavus (6,73%), Aspergillus fumigatus (6,0%), Penicillium frequentans (4,68%), Cladosporium microscopio (3,85%), Alternaria solani (3,78%), Mucor Mucor (3,50%) e Helminthosporium solani (3,40%). L’analisi qualitativa di specie fungine isolate indicato chiaramente una ben profonda variazione nella composizione del mycobiota aerea dei siti selezionati come alcune specie fungine sono state limitate a particolari siti archeologici. La ricerca attuale è il primo studio di mycobiota aerea di siti archeologici di fama mondiale di Taxila.

Leave a Reply

Share this

Journals

Email Subscribers

Name
Email *